Read me in your language

mercoledì 7 settembre 2011

Bomarzo, il parco dei mostri!


"Ogni Pensiero Vola" ...

L'Orco 


... AL PARCO DEI MOSTRI!

Nella seconda metà del 1500 Pier Francesco Orsini commissionò al geniale architetto Pirro Ligorio la costruzione di un parco nel quale perdersi al sol fine di "sfogare il core"; difatti fu proprio in ricordo dell'amore per la moglie morta che il parco fu costruito. 
Per quanto riguarda i significati celati dietro ogni scultura sono molte le speculazioni: c'è chi afferma abbiano una funzione esoterica, chi crede l'intero parco rappresenti il percorso di sviluppo dell'uomo. Fatto stà che quale sia la reale motivazione è un luogo degno di nota.


Lungo la strada per Bomarzo
Bomarzo, la cittadina.


 La Sfinge

" Chi con cigli inarcate et labbra strette 
non va per questo loco 
manco ammira le famose del mondo moli sette. "


E' possibile trovarla all'entrata del parco, posizione per la quale potremmo ragionare sulla scelta di questo animale mitologico. La sfinge, appunto, era considerata guardiana delle città sacre...

...Dalla prima sfinge, prendendo il sentiero di sinistra, ci troveremo davanti a 
PROTEO-GLAUCO  , un'altra figura mitologica, figlio di Oceano e Teti .
In realtà, a mio modesto parere di ragazzina cresciuta a pane e cartoni animati. sembrava lo scettro di Sailor Moon.


PROTEO-GLAUCO
Lungo il sentiero per arrivare a Ercole e Caco.




Ercole e Caco


"Se Rodi altier fu già del suo colosso 
pur di questo il mio bosco anco si gloria 
ed per più non poter fo quanto posso"







Pegaso e il Mostro Marino
























La Casa Pendente


Questa costruzione faceva parte dell'entrata primaria del parco in maniera da dar subito un profondo effetto ai visitatori. La sua pendenza non dipende da successivi smottamenti o terremoti ma semplicemente dalla scelta architettonica di costruirla sopra ad un masso inclinato.





  L'Elefante


Si crede sia un riferimento al personaggio storico di Annibale ma anche questa sembra essere una supposizione.



La Dea Cerere


Cerere o Demetra prese simbolicamente il posto e le funzioni di Osiride: insegnò l'arte dell'agricoltura agli uomini, quindi colei che portò la coltivazione dei campi agli uomini. 
Cerere, proprio per questo motivo, è rappresentata con una corona di spighe sul capo, una fiaccola in una mano e un canestro colmo di frutta e grano nell'altra.


  
La Panca Etrusca




"Voi che pel mondo gite errando, vaghi

di vedere meraviglie alte e stupende
venite qua, dove son facce horrende
elefanti, leoni, orsi, orchi e draghi "






Il Tempio



Il Tempio non era nel progetto originale del parco: fu aggiunto venti anni dopo in onore della seconda moglie dell'Orsini, che era una principessa Farnese.
All'esterno del tempio sono raffigurati i segni zodiacali disposti secondo il sistema solare