Read me in your language

lunedì 9 luglio 2012

Le 3 facciate della Sagrada Familia



La SAGRADA FAMILIA, opera incompiuta dell'artista Antoni Gaudì, è la giusta miscela di stili architettonici differenti. 

Nata da un progetto iniziale neogotico, affidato a Francisco de Paula del Villar y Lozano, nel 1883 il lavoro fu affidato a Gaudì, il quale rispettò l'idea originaria apportandovi delle modifiche man mano che la costruzione procedeva.
Così nacquero, lungo la facciata della Natività e della Passione, le quattro torri dal sapore fantastico che ricordano dei castelli di sabbia.
La mancanza di un progetto ben definito su carta provocò uno stallo dei lavori dopo la morte improvvisa dell'architetto.



La Sagrada Familia è ancora un cantiere a cielo aperto ma che non nasconde la sua bellezza dietro alle gru.
Con le sue innumerevoli allegorie e simbolismi mistici è il manifesto della cristianità. 
Le sue 18 guglie rappresentanti in ordine ascendente i 12 apostoli, i 4 evangelisti ( il cima alle quali vi sono i simboli di ognuno), la Madonna e Gesù
Importanti anche le 3 facciate (la Facciata della Natività, della Passione e della Gloria, non ancora realizzata. ), progettate per raccontare la storia della cristianità, come se fossero pagine di un libro da sfogliare con gli occhi.











Dettaglio della Facciata della Natalità sulla rappresentazione della "Coronazione di Maria" sul Portale della Carità
La scena rappresentata sembra in contrasto con il senso generale della facciata, ovvero eloggiare la nascita di Gesù. 
Il dubbio si dissipa con il fatto che Maria fosse stata concepita senza peccato fin dal principio e quindi meritevole di essere la Regina dei Cieli.
Al di sopra di questa composizione si innalza l'albero della vita rappresentazione del Corpo di Cristo che ascende al cielo.





















La facciata della Passione, opera del controverso Josep Subirachs , rappresenta con simbolismi la Passione di Cristo. Particolare il quadrato magico , all'interno del quale le combinazioni di numeri, sia verticalmente che orizzontalmente, ottengono il numero 33; anche se non possiamo propriamente parlare di quadrato magico, poichè mancano i numeri 12 e 16 sostituiti dalla ripetizione del 10 e il 14

Fra le ipotesi per scovare la motivazione di tale ripetizione, spicca quella che vedrebbe la loro somma corrispondere alla parola INRI Iesus Nazarenus Rex Iudaeorum ).
10+10+14+14= 48 , il quale è anche somma di 9 (I) + 13 (N)+ 17 (R)+ 9 (I) ...un pò fantasiosa e forzata a mio parere. Ma con i numeri è sempre divertente giocare e trovare combinazioni.















Dettaglio, dal basso verso l'alto, della "Veronica" e 
della "Crocifissione"











Dettaglio della "Morte di Gesù" e dei suo trasporto nella cripta.






Ed ecco, giusto per rabbrividire un pò, l'ultima facciata!