Read me in your language

giovedì 16 febbraio 2012

WHO AM I?

Ciao a tutti, mi chiamo Francesca e non ho inventato il colore verde ma mi piace tantissimo!
Sono una studentessa di "Lingue nella società dell'informazione"  ( un così lungo e complicato nome per intendere una facoltà con lingue ed informatica come materie d'indirizzo! ) alla facoltà di "Lettere e Filosofia" di Roma.
Quattordici anni fa, quando ero una piccola bimba di soli sei anni, scoprii entrambe le mie passioni : fotografare e scrivere!


Hello everyone, my name is Francesca and I didn't invent the color green but I love it!
I'm a student of "Language in Information Society " ( such a long and complicated name for a faculty which has languages and computer science as principal subjects! ) at the university of "Humanities" in Rome.
Fourteen years ago, when I was a little girl of six years, I found both of my passions: photography and writing!


La mia prima foto la scattai con una vecchia reflex Minolta analogica e non vi nascondo che fu un disastro! Crescendo notai la mia propensione, durante le gite scolastiche, nel fare le foto, con le macchinette usa e getta, al paesaggio intorno a me piuttosto che sprecare il rullino in foto con i compagni; cercavo addirittura, all'orto botanico, di immortalare i particolari delle foglie...se solo avessi avuto il macro ( che all'epoca non sapevo neanche cosa fosse! ); insomma, una piccola fotoreporter in erba ( cosa che, snif snif, ancora sono! ).


My first photo was taken by an old analog Minolta SLR and I don't deny that it was a disaster!
Growing up I noticed my inclination, during school trip, to take pictures, with the throwaway cameras, at the landscape around me rather than wasting the roll with my companions! I even tried to capture details of the leaves at the Botanic Garden..if only I'd the macro ( which at the time I didn't know what it was! ) ! In short, i was a small budding photojournalist ( who, snif snif, still I am!) 


Il mio primo racconto, invece, fu scritto in occasione della mia enorme gioia nell'aver ricevuto una risma di carta ( sotto mia pressante richiesta). Avevo imparato da poco a scrivere e avere tutti quei fogli sotto le mie mani fu un giubilo per il mio animo da scrittrice.
Avendo un padre fumettista, in seguito, creai alcuni personaggi con superpoteri, fra i quali la mia beniamina era "Nettunia" ma la più apprezzata era "SUPER VERGINE" ( un'attempata signora sessantenne, con una tutina rosa, del segno della vergine, single e ancora...beh lo dice il nome! A sei anni già avevo una mente malata! ) .
Alle medie provai a scrivere, esortata dalla mia professoressa di italiano, una storia più articolata, così mi buttai nelle fanfiction ( rigorosamente di Harry Potter, della quale ERO una fan accanita ). Mi divertii poi scrivere una storia originale su un tema poco trattato come la violenza sessuale sui minori da parte di un componente della famiglia. Ebbe un successo che non mi aspettavo sul sito in cui la pubblicai.
E adesso, dopo tre anni di blocco, ho riavuto un'illuminazione e ho ripreso la stesura.


My first story was written because I was so happy to have received a ream of paper ( under my insistence.). I'd just learned to write so to have all those papers in my hands was a joy for my writer soul.
Having a cartoonist father, then, I created some characters with super powers, among whom my favorite was "Nettunia" but the most popular was "SUPER VIRGIN" ( an elderly lady of sixty, with a pink jumpsuit, sign of the virgin, single and..well her name says all! Six years and a sick mind!).
In junior high I tried to write, solicited by my italian teacher, a story more complex, so I threw myself in fanfiction ( strictly about Harry Potter, which I WAS  a great fan!). I enjoyed writing an original story about a topic not treated like the sexual abuse of minors by a family member. On the website where I published it, it had a success that I didn't exprect !
And now, after three years of freezing, I'd an idea and I started writing again.


Mi rendo conto di aver scritto già abbastanza ma volevo aggiungere alcune cose importanti :
Uno: il caffè lo prendo normale in tazzina e con mezzo cucchiaino di zucchero ( ogni volta che vado al bar sembra che io sia l'unica al mondo a prenderlo così, quindi volevo vantarmene xD ) 
Due: il té, invece, rigorosamente con il limone e 3 cucchiaini di zucchero ( questo non c'entrava niente) 
Tre: ho praticato karate agonistico per 10 anni e ciò non vuol dire che io picchi qualsiasi persona mi faccia arrabbiare, anzi, l'arte marziale insegna l'autocontrollo.
Quattro: sono figlia di un fumettista, sì, ma NON so disegnare!
Cinque: cambio colore e pettinatura con una media di 2 o 3 volte all'anno in modo da sfuggire alla polizia per i miei innumerevoli crimini.
Sei: preferisco le caramelle alle gomme da masticare e mi piace lavare i piatti e fare le pulizie con la musica, probabile retaggio di Cenerentola.
Sette: amo organizzare e fare le cene a tema per sentirmi gratificata quando mi fanno i complimenti per il cibo.
Otto: sono fissata con le coincidenze numeriche. Il numero che mi perseguita è il 5, quindi dovrò scrivere altri 2 stupidate sul mio conto, in modo da arrivare a 10 che diviso 2, che sono le mie passioni, fa 5! xD
Nove: ogni tanto ho pensato di avere dei superpoteri. Da piccola mi diedero in mano un oggetto mentre ero sovrappensiero, quando sono ritornata con la mente sulla Terra e ho visto l'oggetto nella mia mano ho pensato che lo avessi teletrasportato! (E' verissimo! xD) 
Dieci: amo il sushi, gli happy hour e tutte queste nuove alternative MA offritemi una sana mangiata in qualche osteria, trattoria, pizzeria, ristorante, fast food( che tanto sano non è )  ecc ecc... e vi mangio anche lo scontrino. :P 


I realize that I've written enough but I want to add some important things:
One: I like normal coffee with half teaspoon of sugar ( here in Italy, every time I go to the bar seems that I'm an alien because I don't want strange types of coffee. I want only coffee! )
Two: the tea strictly with the lemon juice and 3 teaspoons of sugar.
Three: I practiced agonistic karate for 10 years and this doesn't mean that I hit anyone make me angry, indeed , martial art teaches self-control.
Four: I'm daughter of a cartoonist, yes, but I CAN'T draw!
Five: I change color and haircut with an average of 2 or 3 times in a year, in order to evade the police for my countless crimes.
Six: I prefer candy to chewing gum and I like to wash dishes and clean up with music, probably it's a Cinderella fault.
Seven: I love to organize themed dinners to feel myself gratified when my friends do compliment the food.
Eight: I'm passionate about numerical coincidences. The number which haunts me is 5, SO I'll write another 2 silly things about me, so I've 10 stupid thing, which divided by 2, which are my passions, makes 5! :D 
Nine: I though I'd superpowers. When I was a child someone gave me an object while I was in thought, when I returned with my mind on Earth and saw the object in my hand I thought I'd teleported it! ( It's true! XD )
Ten: I love sushi, happy hour and all these new alternatives BUT offer me a healty dinner in some tavern, restaurant, pizzeria, fast food ( which isn't as healthy) etc etc...and I'll eat the bill, too! :P

15 commenti:

  1. ho rispettato il mio premio e ho letto tutto! prima di tutto in bocca al lupo per l'università, ambiente molto stimolante, interessante, vitale, eppure svalutato..

    ah ah ah.. SUPER VERGINE! una vergine è già super senza super!

    buoni click e buone parole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah hai un gran senso del dovere ma non eri obbligato! :P
      Comunque crepi, anche se l'anno scorso ho avuto la mia tragica esperienza a Giurisprudenza e lì l'ambiente si svaluta da solo! Ma a Lettere è tutta un'altra cosa!
      Penso che dovrei riprenderlo quel personaggio...che poteri potrebbe avere una vergine? xD

      Elimina
    2. mmm.. ti parlo da laureando in DAMS che tra un mese si tramuterà in laureato, e noto come l'università e in particolare il settore umanistico e alcuni altri - almeno in italia - siano troppo "teorici", poco pratici e concreti, nel senso che non ti formano al meglio per il mondo del lavoro, o se lo fanno, formano figure che il mondo del lavoro non cerca.. salvo eccezioni, eh.. quindi impegnati, fai quello che ti piace fare e fallo al meglio, ché non sarà facile farlo diventare anche un lavoro.. :)

      Elimina
  2. Great shot Francesca.

    Buona Notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei parlare un po di me:
      Sono padre di una fotografa, ma non so fotografare.

      Elimina
    2. P.S.
      Per "PAR CONDICIO" devo dire che invece lo è capace la madre...ricordo che una volta vendette un servizio su di me nudo a PLAYGIRL.

      Elimina
    3. Di questa storia IO non ne sapevo niente! E avrei voluto non saperne niente! :D

      Elimina
  3. eh eh, bravo Pino, è giusto dirlo.. potevi invece evitare la notizia del servizio nudo su di te! ah ah ah

    RispondiElimina
  4. :D pino dove si trova quel numero di palygirl?? lo vogliooo :D

    RispondiElimina
  5. Con tutte le traversie e tribolazioni patite dal tuo genitore mancato fotografo ma apprezzato modello, potevi almeno rispiarmagli il sallasso dovuto agli anni e anni di terapia, a cui certamente ti sottoponi... vorrei citare, a riprova: SUPERVERGINE; mi piace lavare i piatti; sono fissata con le coincidenze numeriche; ho visto l'oggetto nella mia mano ho pensato che lo avessi teletrasportato!. :-P

    P.S. SUPERVERGINE, di questi tempi, richiede una forte dose di sospensione dell'incredulità :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essendo disoccupata ed essendo mio padre a pagarmi la terapia, credo che gli sia dovuto un resoconto dei miei progressi, se così li vogliamo definire!
      Quando mi verranno in mente altre mirabolanti manie sarai il primo a saperle!
      SUPERVERGINE necessita di un'accurata caratterizzazione e di una casa editrice! :D

      Elimina
    2. Terapia: ritengo gli analisti dei ciarlatani alla stregua degli astrologi ma in assenza di alternative, ci si aggrappa a tutto. Rimango in attesa d'aggiornamenti.
      Caratterizzazione: Ispirarsi all'On. Binetti, può essere una traccia.
      Editore: Edizioni Paoline, senza dubbio.

      P.S. biografia spiritosa ;-)

      Elimina
    3. Approvo in pieno la tua opinione sugli analisti ( ho avuto modo di attaccarmi con lo psicologo di scuola dalle fattezze di PincoPanco o PancoPinco con il pizzetto ossigenato! Ci tengo a sottolineare che la mia visita dallo psicologo fu solo un modo per saltare le interrogazioni di Fisica! )
      Per la Binetti, effettivamente il disegnino che anni fa feci su di lei le era molto simile ma con i capelli poco più lunghi ed una tutina rosa molto aderente!
      Sull'editore credo che sia il più indicato! :D

      ps Grazie :P

      Elimina
    4. Vedi? Le mie idee (finto)argute fioccano copiose, stimolate dal tuo blog. Spero che tuo padre non me ne voglia, se ora mi divido tra il tuo e suo blog :-D
      P.S. scusa non richiesta, accusa manifesta :-D non preoccuparti, anche io, per motivi di servizio, devo spesso subire tediose sessioni di colloquio con suddetti ciarlatani :-(

      Elimina
    5. Mio padre si scusa dei danni cerebrali che potresti subire frequentando il mio blog!

      Elimina

Hello guys!
If you're reading this it means you like my post.
So I want to tell you I should be really happy to read what you think about it.