Read me in your language

sabato 21 gennaio 2012

The wheel turns for everyone



La ruota gira per tutti, piccoli e grandi.
I bambini vogliono sembrare altissimi, vedere gli altri come piccole formichine senza destinazione, osservare quello che per loro sembra sconfinato. Come quando si fermano sulla riva del mare scrutando l'orizzonte, immaginando che al di là del Sole vi sorga un mondo; un'enorme cascata che ti porti in una piscina di palline colorate o che le luci dei fari in lontananza siano delle segnalazioni d'approdo per le navicelle aliene.
Gli adulti, chi sbuffando chi no, li seguono per potersi perdere o spolverare dalla memoria qualche fantasticheria infantile.
I ragazzi, fra le risate, vi salgono camuffando la loro voglia nella scusa di fare una cosa "stupida e pazza". Salutano, insultano o lanciano carta stagnola appallottolata a chi li aspetta sotto, i quali non hanno avuto il coraggio di sembrare gli adolescenti che sono. 
Le coppie vogliono immaginare che tutto quello sia loro; nient'altro in quel momento sarà cosi importante quanto arrivare all'acme, al fine di dare fondamento alla loro immaginazione.
Gli anziani non si avvicinano neanche più alla biglietteria, se non per accompagnare qualche nipote esigente.
Credono che sia fuori luogo per loro che non hanno più la pelle liscia. 
Invece la ruota è lì, ed aspetta solo di essere piena, perchè lei gira sempre per tutti.




The wheel turns for everyone, young and old.
The children want to be very high, to see others ad small ants without destination, to look at thing which they think endless; like when they stop by the sea searching the horizon, imagining that beyond the Sun a new world rises: a big waterfall which takes you in a pool of colored balls, or the headlights are report landing for alien spacecraft.
Adults follow them to get lost or to wipe from memory some childhood fantasy.
Guys hide the desire to go up into the excuse to do something "stupid and crazy". They greeting, insult who waits below, who haven't had courage to look at the teenagers they are.
The couple want to imagine that everything beneath them is their property; nothing else at that moment will be so important as to reach the peak, so they can give a foundation to their imagination.
The elderly don't want to get closer to the ticket office if they don't have to accompany their nephew. They believe it's inappropriate for them. They no longer have smooth skin.
Instead, the wheel is there, and just waiting to be filled, because she always runs for everyone.




I apologize for my bad english but this post has had many visits from people who don't speak italian, so I give a little more understandable what I wrote. :) Thanks!